Notizie in evidenza

  • Renzi in Congo
    Renzi e il sogno d’Africa

    Mentre sulle coste del Salento cresce l'onda popolare contro la TAP, il gasdotto che dovrebbe trasportare gas azero verso le coste pugliesi dipinto dalla Commissione europea e da vari governi italiani come “l'alternativa alla Russia”, l'esecutivo guidato da Matteo Renzi sembra inseguire un sogno diverso. Il vecchio sogno africano. E lo fa a seguito dell'Eni..
    Leggi tutto

  • Dieci ragioni per dire no al gasdotto TAP

    A pochi giorni ormai dal pronunciamento del ministero dell’Ambiente sulla Valutazione di Impatto Ambientale del progetto, ecco perché secondo noi il TAP è un’opera inutile e dannosa, da molti punti di vista. Che le istituzioni finanziarie europee e italiane non devono finanziare.
    Leggi tutto

  • zona interessata da diga Jirau - Brasile

    L’inganno dei Green Bond

    [di Tancredi Tarantino]
    Il colosso francese dell’energia GDF Suez ha estratto dal cilindro un coniglio da 2,5 miliardi di euro. Sono i green bond, obbligazioni emesse nei mercati finanziari per permettere di realizzare progetti energetici e infrastrutturali rispettosi dell’ambiente. Ma cosa si intenda per “verde” non è dato sapersi...
    Leggi tutto

Video Biodiversity offsetting, making dreams come true

Guarda il video"Il sogno della biodiversity offsetting si realizza" realizzato da Global Motion e co-prodotto da Re:Common

Ultime Notizie

Dieci ragioni per dire no al gasdotto TAP

Scritto da admin il . Categoria Energia

Comitato No Tap - https://www.facebook.com/notapitalia

A pochi giorni ormai dal pronunciamento del ministero dell’Ambiente sulla Valutazione di Impatto Ambientale del progetto, ecco perché secondo noi il TAP è un’opera inutile e dannosa, da molti punti di vista. Che le istituzioni finanziarie europee e italiane non devono finanziare. 1. NON SERVE né a noi né al resto d’Europa In Europa di [...]

L’inganno dei Green Bond

Scritto da admin il . Categoria Acqua, Energia, Finanza, Notizie Acqua

zona interessata da diga Jirau - Brasile

[di Tancredi Tarantino] Il colosso francese dell’energia GDF Suez ha estratto dal cilindro un coniglio da 2,5 miliardi di euro. Sono i green bond, obbligazioni emesse nei mercati finanziari per permettere di realizzare progetti energetici e infrastrutturali rispettosi dell’ambiente. L’obiettivo è quello di attrarre capitali da investitori attenti alla sostenibilità ambientale e sociale dei progetti [...]

Il presidente azero in Italia per “spingere” il gasdotto TAP

Scritto da admin il . Categoria Energia

Incontro tra Renzi e Aliyev, foto Palazzo Chigi

[di Elena Gerebizza] In questi giorni la visita ufficiale del presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev in Italia è passata relativamente in sordina. Preannunciata da diversi giornali, Palazzo Chigi l’ha “liquidata” con un comunicato che più scarno non si può: due righe soltanto, corredate da foto di rito, che confermano che l’incontro è avvenuto a Villa Doria [...]

Le istituzioni multilaterali di sviluppo? Poco trasparenti, inaffidabili e troppo “amiche” dei privati

Scritto da admin il . Categoria Finanza

copertina rapporto A private affair

“A Private Affair” (download), il nuovo rapporto delle rete europea Eurodad, dipinge un quadro a tinte fosche delle principali istituzioni pubbliche di sviluppo. Due anni di ricerche sulle attività di tali organismi – con una particolare attenzione alla Banca europea per gli investimenti (BEI) e all’International Finance Corporation (IFC), il ramo della Banca Mondiale che [...]

La Commissione europea rifiuta di investigare la corruzione nel Passante di Mestre

Scritto da admin il . Categoria Finanza, infrastrutture

Autostrada A4. Foto Luca Fascia. Pubblico Dominio. Wikipedia

La Commissione europea rifiuta di investigare la frode e la corruzione nel Passante di Mestre, ma considera come rifinanziare il presunto debito “corrotto” dell’opera. Il 22 gennaio 2014 Re:Common, Opzione Zero e Counter Balance hanno presentato un ricorso all’Ufficio europeo per la lotta anti-frode (OLAF) (leggi e scarica qui il ricorso) riguardo alla presunta corruzione [...]

La Banca mondiale annacqua i suoi standard ambientali?

Scritto da admin il . Categoria Finanza

Sede della Banca Mondiale a Washington, foto Shiny Things - Flickr, licenza CC BY 2.0

[di Luca Manes] pubblicato su pagina99 Alti dirigenti della Banca mondiale, il più importante organismo multilaterale di sviluppo del pianeta, sono molto preoccupati dai possibili, radicali cambiamenti sulle modalità di concessione dei prestiti dell’istituzione. In estrema sintesi, un abbassamento degli standard interni farà sì che un’ulteriore fetta dei 50 miliardi di dollari del portafoglio annuale [...]