Evento: Le responsabilità italiane nell’accaparramento di terra in Senegal, 3 Marzo 2014

Scritto da admin il . Categoria Eventi, Terra


EVENTO PUBBLICO
Aperitivo, proiezione video con testimonianze delle comunità e dibattito

“Le responsabilità italiane nell’accaparramento di terra in Senegal. La voce delle comunità locali”
Lunedì 3 Marzo | ore 19
CINECLUB DETOUR
, via Urbana 107, Roma

VIDEO “Voci di Ndiael” prodotto dal Collettivo Walking on the South (WOTS?)

INCONTRO/DIBATTITO
Modera: Stefano Liberti – Giornalista, autore di “Land Grabbing: come il mercato delle terre crea il nuovo colonialismo”

Intervengono:

Mariam Sow: Enda Pronat (Senegal)
Elhadji Thierno Cissé:
Consiglio nazionale per la consultazione e la cooperazione rurale – CNCR (Senegal)
Elhadji Samba Sow
: Rappresentante del Collettivo dei villaggi del Ndiael (Senegal)
Fatou Ngom
– Action Aid Senegal
Roberto Sensi –
ActionAid
Giulia Franchi
– Re:Common

Un investimento italiano controverso per produrre inizialmente agro-carburanti per il mercato europeo su 20mila ettari di terreni agricoli in Senegal ha spostato comunità e scatenato violenti scontri tra contadini e polizia.

Le associazioni Re:Common, Action Aid Italia, Peuple Solidaires, Grain, Oakland Instutute, in solidarietà con le organizzazioni contadine senegalesi e le comunità locali in Senegal, promuovono una settimana di iniziative in Europa ed invitano tutti coloro che stanno lottando contro l’accaparramento di terra ad unirsi a loro nel chiedere la fine di questo progetto e la restituzione delle terre ai pastori e ai contadini.

Info e contatti:

Giulia Franchi (Re:Common): gfranchi@recommon.org
Roberto Sensi (ActionAid): Roberto.Sensi@actionaid.org

SCARICA QUI IL FLYER DELL’EVENTO IN PDF

APPROFONDIMENTI:
Leggi il rapporto: Chi c’è dietro Senhuile Senethanol? I risultati di un’indagine su un furto di terra in Senegal

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (1)

Lascia un commento