Caso OPL 245, Eni e Shell rinviate a giudizio per la tangente del secolo

Eni e Shell e 13 tra manager, politici e intermediari sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di corruzione internazionale per l’acquisizione del blocco petrolifero offshore nigeriano OPL 245, per cui le due società nel 2011 hanno pagato 1,1 miliardi di dollari. A salire sul banco degli imputati saranno, tra gli altri, l’attuale amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi, il suo predecessore Paolo Scaroni, il Chief Operation and Technology Officer della multinazionale italiana Roberto Casula, quattro top manager Royal Dutch Shell e l’intermediario Luigi Bisignani.

Leggi tutto

Video - Il punto di Re:Common sul caso Eni/Shell – OPL245

Video - Il punto di Re:Common sul caso Eni/Shell – OPL245

Antonio Tricarico di Re:Common riassume i punti nodali della vicenda che ha portato al rinvio a giudizio per i manager di Eni e Shell e per le due società nel presunto caso di corruzione OPL245, per l’acquisizione di un ricchissimo blocco petrolifero in Nigeria.

Notizie: TAP e BEI

Notizie: Axa e carbone

Notizie - Enel e carbone

Le inchieste di Re:Common

Video – “Danno Assicurato”


Le miniere e le centrali a carbone in Nord Boemia provocano da decenni danni ambientali molto pesanti, minando l’ecosistema della regione e la salute di chi la abita. Guarda il video realizzato da Fosco d’Amelio, Mario e Stefano Martone di Audioimage su youtube.

GODIImenti la pagina con i materiali



Godiimenti, ovvero come inceppare la grande opera e vivere felici. In questa pagina sono disponibili tutti i materiali multimediali - audio, video, pubblicazioni - prodotti nei sei mesi di lavoro del laboratorio di scrittura collettiva. Vai alla pagina

Contatti

Associazione Re:Common

Sede operativa: c/o Binariouno coworking, via di Porta San Lorenzo 5 00185 – Roma, Italia

Sede legale: via Lucio Lombardo Radice 9, 00134 Roma

codice fiscale: 97686900586

Ultime newsletter