Notizie in evidenza

  • Delta del Niger, Amnesty International punta il dito contro Eni e Shell

    L’ultima analisi sui dati riguardanti gli sversamenti di petrolio nella regione nigeriana del Delta del Niger non sono per nulla incoraggianti, secondo quanto riporta Amnesty International. L’organizzazione per la difesa dei diritti umani ha infatti comunicato che nel 2014 gli incidenti occorsi a strutture gestite dalla multinazionale anglo-olandese Shell ammonterebbero a 204, quelli dell’italiana Eni a ben 349...
    Leggi tutto

  • Senegal, il caso Senhuile non accenna a placarsi

    [di Giulia Franchi]
    Senhuile SA,
    il controverso e contestassimo consorzio agro-alimentare italo-senegalese di proprietà del Gruppo Finanziario Tampieri di Faenza è finito di nuovo sotto i riflettori. Nemmeno questa volta si tratta di una buona notizia.
    Leggi tutto

  • VIOME, la fabbrica recuperata a Salonicco a rischio liquidazione

    È una delle tante storie di resistenza che si incontrano in Grecia in questi anni travagliati. È la storia degli ex dipendenti di una fabbrica, la Vio.Me., che si sono auto-organizzati e hanno riaperto lo stabilimento. Ora gli ex proprietari della fabbrica si sono rifatti vivi, i macchinari potrebbe essere venduti e gli operai rischiano di veder vanificati tutti i loro sforzi...
    Leggi tutto

Booktrailer Soldi sporchi

Soldi Sporchi | graphic novel su Vimeo.

Guarda il booktrailer della graphic novel di Re:Common, edita dalla Round Robin editrice

Ultime Notizie

Rimaflow e Mondeggi: una fabbrica e una fattoria senza padroni, uno spazio “fuorimercato”

Scritto da admin il . Categoria Terra

Rimaflow

Riceviamo e pubblichiamo volentieri il comunicato congiunto di Rimaflow e Mondeggi Non potevamo non incontrarci, non potevamo non condividere un percorso di lotta per un’alternativa economica e sociale. E la rete di Genuino Clandestino ha posto le condizioni per la sua concretizzazione.  Una pratica di autogestione e di democrazia diretta, una produzione che guarda all’ecologia [...]

La ricetta della Banca Europea per gli Investimenti per salvare il clima? Affidarsi alla finanza…

Scritto da admin il . Categoria Finanza

foto di Jason Pratt, Pittsburgh, PA (Trees and light), CC-BY-2.0, Wikimedia Commons

Banking on Forests, ovvero, come fare cassa sulle foreste. Nelle ore iniziali della Ventesima Conferenza delle Parti sul clima (COP) delle Nazioni Unite, in programma a Lima fino al 12 dicembre, Re:Common lancia la sua ultima ricerca sullo spesso controverso rapporto tra istituzioni finanziarie internazionali e protezione dell’ambiente. Nel dossier, infatti, si evidenzia come l’estrema [...]

SACE, perché finanzi il nucleare di ENEL in Slovacchia?

Scritto da admin il . Categoria Comunicati Stampa

La centrale nucleare di Mochovce. Foto Tomas Halasz ©Greenpeace

Re:Common ha scritto oggi al ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi e ai vertici della SACE per chiedere spiegazioni sulla possibile concessione di una garanzia fino a 500 milioni di euro all’Enel per il progetto di centrale nucleare di Mochovce, in Slovacchia. La SACE, l’agenzia di credito all’export italiana, ha ricevuto una richiesta di garanzia [...]

Sussidi per i combustibili fossili, le promesse disattese dai grandi della Terra

Scritto da admin il . Categoria Energia

Azione per la giustizia climatica. Foto Friends of the Earth

I sussidi diretti e indiretti garantiti dai Paesi del G20 per l’estrazione dei combustibili fossili e del gas ammonta a ben 88 miliardi di dollari l’anno. Lo rivela il dossier pubblicato pochi giorni fa da l’ Overseas Development Institute e dall’associazione Oil Change International. Una cifra molto rilevante, che non sembra andare di pari passo [...]

Non solo Lussemburgo

Scritto da admin il . Categoria Finanza, Giustizia fiscale

Alzette River, Lussemburgo, foto di Wolfgang Staudt. Licenza CC-BY-2.0, Wikimedia Commons

[di Antonio Tricarico] Il mondo politico europeo è ancora scosso dall’indagine giornalista di Luxleaks che ha rivelato come centinaia di aziende europee spostino i loro profitti nel piccolo Stato per non pagare tasse, il tutto con la piena complicità delle autorità locali e delle grandi aziende di revisione contabile. Un paradiso fiscale dentro l’Unione europea [...]

Gli indigeni dell’Ecuador portano la Chevron davanti alla Corte Penale Internazionale

Scritto da admin il . Categoria Energia

immagine da http://www.opsur.org.ar

[di Luca Manes] Una sentenza storica. Così, nel febbraio del 2011, tutti i media mondiali avevano commentato il provvedimento di una corte dell’Ecuador che condannava la Chevron a pagare un risarcimento di 9,5 miliardi di dollari. La multinazionale petrolifera statunitense era stata infatti dichiarata responsabile di inaudite violazioni ambientali durante gli oltre due decenni di [...]