Notizie in evidenza

  • Volate basso, senza trucchi!

    Mentre per il resto delle attività umane si cerca di limitare le emissioni, in modo da provare a contenere l’aumento della temperatura sotto i due gradi, e se possibile un grado e mezzo, l’industria aerea invece pianifica una crescita illimitata dei voli, che porterà a una probabile crescita di emissioni del 700% entro il 2050. Centinaia di organizzazioni indipendenti a livello internazionale oggi contestano questa farsa e chiedono che lo scandalo cessi. Leggi tutto

  • Re:Common al Parlamento Europeo per parlare di TAP e del Corridoio Sud del Gas

    Mercoledì 28 settembre al parlamento europeo si parlerà degli impatti reali della strategia energetica europea, in particolare dell’utilità (o meno) dei nuovi grandi progetti per il trasporto del gas ritenuti “strategici” per l’Ue. Re:Common sarà tra i relatori, per parlare proprio degli impatti e degli interessi nascosti dietro il Corridoio Sud del gas e il TAP. Leggi tutto

Webdoc Walking the line

“Walking the line”, “Sul filo del rasoio” è il webdoc che racconta la storia del controverso mega gasdotto che dal Mar Caspio dovrebbe portare il gas azero fino in Italia. Leggi tutto

Ultime Notizie

Re:Common Stories – Il caso Azerbaigian. Gas VS diritti umani

Scritto da admin il . Categoria Audio

azerb

Forse in pochi lo sanno, ma ormai l’Azerbaigian è il Paese al mondo che fornisce più petrolio all’Italia. Noi compriamo da Baku il 17,1% dell’oro nero necessario per il nostro fabbisogno nazionale. Più in generale, l’Italia è il primo partner commerciale del paese, dal momento che assorbe circa il 20% delle esportazioni azere. Noi, con la Saipem e Finmeccanica [...]

Scenari energetici, la miopia dell’Unione Europea

Scritto da admin il . Categoria Energia

Impianti in Azerbaigian - foto Gerebizza/Re:Common, 2015

[di Elena Gerebizza] Azerbaigian, Nigeria, Kazakistan, Angola. Tutti paesi che dipendono pesantemente dall’esportazione di petrolio e gas, che genera almeno la metà delle loro entrate. Tutti paesi portati ad esempio dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Banca Mondiale, nei primi anni del nuovo secolo, per come il petrolio garantisca loro ricchezza, aiutando a sconfiggere la [...]

La Commissione europea tira le orecchie alla Bei sui paradisi fiscali

Scritto da admin il . Categoria Finanza, Giustizia fiscale

Sede della Commissione Europea (foto Carlo Dojmi, 2011)

Il nuovo pacchetto di misure fiscali dell’Unione europea contiene una forte indicazione su come la sua banca di sviluppo, la Banca europea per gli investimenti (BEI), debba relazionarsi con lo spinoso tema dei paradisi fiscali. Il tutto partendo da un importante presupposto: è la stessa legislazione dell’UE a proibire di investire denaro pubblico in società [...]

La società civile europea alla Bei: niente soldi pubblici per il TAP

Scritto da admin il . Categoria Comunicati Stampa, Energia

Foto di Nathan Gibbs/flickr

Un gruppo composto da 27 organizzazioni e associazioni della società civile europea, tra cui Re:Common, ha scritto oggi al presidente della Banca europea per gli investimenti (BEI) per chiedere che l’istituzione non finanzi il Corridoio Sud del Gas (link alla lettera). L’immensa pipeline, lunga 3.500 chilometri, porterà il gas azero fino alle coste salentine tramite [...]