Scenari energetici, la miopia dell’Unione Europea

Scritto da admin il . Categoria Energia

Impianti in Azerbaigian - foto Gerebizza/Re:Common, 2015

[di Elena Gerebizza] Azerbaigian, Nigeria, Kazakistan, Angola. Tutti paesi che dipendono pesantemente dall’esportazione di petrolio e gas, che genera almeno la metà delle loro entrate. Tutti paesi portati ad esempio dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Banca Mondiale, nei primi anni del nuovo secolo, per come il petrolio garantisca loro ricchezza, aiutando a sconfiggere la [...]

La società civile europea alla Bei: niente soldi pubblici per il TAP

Scritto da admin il . Categoria Comunicati Stampa, Energia

Foto di Nathan Gibbs/flickr

Un gruppo composto da 27 organizzazioni e associazioni della società civile europea, tra cui Re:Common, ha scritto oggi al presidente della Banca europea per gli investimenti (BEI) per chiedere che l’istituzione non finanzi il Corridoio Sud del Gas (link alla lettera). L’immensa pipeline, lunga 3.500 chilometri, porterà il gas azero fino alle coste salentine tramite [...]

I ramoscelli d’ulivo che non vogliono il TAP

Scritto da admin il . Categoria Energia

Ulivi nel Salento, foto Massimo Lupo/Re:Common

[di Elena Gerebizza] Il 2016 è davvero un anno nuovo per il progetto TAP, il gasdotto Trans Adriatico salito alla ribalta nei mesi passati. Per un attimo in molti ci hanno creduto, sembrava davvero che il governo Renzi avesse “portato a casa” uno dei più grandi progetti infrastrutturali degli ultimi tempi. Un gasdotto da svariati [...]

Amnistia per i giornalisti azeri in carcere?

Scritto da admin il . Categoria Energia

Khadija Ismayilova al Parlamento del Consiglio d’Europa a Strasburgo, Francia, Settembre 2014. © Human Rights Watch/Giorgi Gogia

“Non vogliamo alcun perdono, ma chiediamo che il governo ci liberi e ci chieda scusa per le violazioni dei nostri diritti”. Questo è il passaggio più importante della dichiarazione rilasciata dal carcere dalla giornalista azera Khadija Ismayilova, condannata lo scorso anno a sette anni e mezzo di reclusione con accuse universalmente riconosciute come “fittizie”. Ora [...]

Il punto di fine anno sul caso OPL 245

Scritto da admin il . Categoria Energia

un cartello dell'Eni-Agip in Nigeria. Foto Luca Tommasini/Re:Common

Nelle ultime due settimane sui media italiani si è molto parlato del presunto caso di corruzione per l’acquisizione da parte di Eni e Shell del blocco petrolifero OPL 245 in Nigeria. C’è chi si è interessato ai fatti e chi si è soffermato sulle strategie di comunicazione della oil corporation italiana. Tutto legittimo, ci mancherebbe [...]