AGM ENEL – Re:Common lancia la nuova pubblicazione sulla diga della discordia in Colombia

Scritto da admin il . Categoria Acqua, Comunicati Stampa, Comunicati stampa acqua, Pubblicazioni, Pubblicazioni Acqua

copertina-pubblicazione-El-quimbo

Roma, 22 maggio 2014 –   “El Quimbo, la diga che i colombiani non vogliono” è la nuova pubblicazione che Re:Common lancia oggi, in concomitanza con l’assemblea degli azionisti dell’Enel. Il contestato impianto idroelettrico, infatti, è in fase di realizzazione nella regione dell’Huila per mano di Endesa-Enel. Per scaricare il rapporto Nonostante la popolazione locale denunci [...]

Il ritorno delle grandi dighe

Scritto da admin il . Categoria Acqua, Pubblicazioni, Pubblicazioni Acqua

Scarica "Il ritorno delle grandi dighe", Re:Common 2014

Il ritorno delle grandi dighe Dal Vajont alla speculazione finanziaria. Come e perché le grandi dighe non vanno mai in pensione Nonostante i danni ambientali e sociali siano ormai inconfutabili, nonostante esse portino benefici temporanei e danni permanenti, nonostante oggi possediamo le tecnologie necessarie per produrre e distribuire l’energia in maniera nuova, le grandi dighe [...]

Il caso Palo Viejo in Guatemala

Scritto da lmanes il . Categoria Acqua, Pubblicazioni, Pubblicazioni Acqua

Copertina de Il caso Palo Viejo in Guatemala

Il protagonista della nuova pubblicazione di Re:Common è un impianto idroelettrico, Palo Viejo, necessario per continuare ad alimentare un modello di economia basato sull’estrazione e l’esportazione delle materie prime e della stessa energia elettrica. Un progetto voluto dalla compagnia italiana Enel e che ha provocato una serie di proteste da parte delle comunità locali di origine Maya.

Pubblicazione Patagonia senza dighe

Scritto da admin il . Categoria Acqua, Pubblicazioni, Pubblicazioni Acqua

copertina_PATAGONIA_senza dighe

In passato sono state diverse le ragioni per cui la società civile italiana si è attivata contro un progetto di sviluppo dai devastanti impatti socio-ambientali pianificato in un Paese lontano: per il coinvolgimento di un’impresa italiana, per un forte legame con la società civile locale o per il valore simbolico del luogo e della resistenza sociale contro il progetto. La campagna italiana “Patagonia senza dighe” nasce dall’intreccio di queste motivazioni raccogliendo